Gli operatori di telefonia svilupperanno applicazioni Ott?

Per gli operatori di telefonia mobile, il successo degli smartphone può essere visto da due lati: da una parte è positivo per la vendita dei nuovi device, attraverso abbonamenti internet/chiamate/messaggi, dall’altro è negativo per la diffusione delle applicazioni Over the top (Ott), cioè quelle applicazioni che permettono di inviare messaggi o chiamare tramite internet (WhatsApp, Viber, Skype…). Questo soprattutto perché, in un’ottica di medio periodo, la diffusione delle reti wireless permetterà di usare gli smartphone anche senza connessione internet dell’operatore. L’analista Chetan Sharma ha individuato quattro punti critici per gli operatori telefonici: il calo delle chiamate, calo degli sms, calo dell’accesso ai dati in 4-5 anni, la lunghissima lista di applicazioni Ott. Circa il primo punto, gli operatori più vulnerabili, in Europa, sono quelli olandesi, spagnoli e svizzeri. Come possono reagire? Approntando una risposta seguendo quattro vie diverse: bloccando le applicazioni (ma è una decisione impopolare, come visto in Corea del Sud), modificando le tariffe per rendere meno appetibili le app, fornendo direttamente servizi Ott (il tempo stringe) oppure, come sta provando a fare la Gsma (associazione internazionale degli operatori mobili), lanciando una nuova iniziativa collettiva da integrare direttamente con gli smartphone che verranno lanciati, il nome è Joyn. Tutti i principali produttori hanno aderito, tranne Apple, che è a sua volta fornitore di servizi Ott.

Fonte: riadattato da un articolo dell’Economist, 7/09/2012, pag. 100.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...