I backlink di Google ora si possono cancellare

Dopo l’aggiornamento all’algoritmo Penguin, Google ha rivisto le regole del link building: fino ad aprile la migliore ricetta sembrava essere quella dell’anchor text da siti a tema, corredata da un buon pagerank e trust. Ora, invece, Big G penalizza i siti, soprattutto in settori come il turismo, la finanza, il gambling (in generale quelli molto concorrenziali), soprattutto perché il rapporto tra link “naturali” e link “site-wide” non è corretto ed è indice di molte pagine duplicate/spam.

Il problema ora è quindi fare il contrario di ciò che si era fatto fino a qualche mese fa! Ovvero, togliere link da quelle parti del sito (es. footer, sidebar) o proprio da determinati siti che “non hanno una buona reputazione”. Bing aveva già implementato una funziona del genere, mentre Google ha da poco reso disponibile questo tool che permette di fare il defollow su un intero dominio oppure su delle pagine in particolare. Altrimenti l’alternativa sarebbe stata contattare uno per uno i siti che hanno un link al proprio sito…

Fonte: Link all’articolo originale

 

Rispondi