Il decreto “Crescita 2.0” a rischio approvazione

agenda-dig

La prossima caduta del governo Monti rischia  fa traballare il decreto Crescita 2.0, che è l’asse portante dell’Agenda digitale italiana: un  pacchetto di norme che, per la prima volta, stabilisce un programma strutturato per il passaggio alle nuove tecnologie.

Entro il 18 dicembre c’è tempo per convertire il decreto in legge, oltre questa data, decadrebbe. La legge di Stabilità è un atto dovuto, visto che ormai il pareggio di bilancio è previsto in Costituzione e richiesto dall’Europa, ma il Crescita 2.0 non viene visto invece come imprescindibile.

Sono 400 gli emendamenti presentati alla Camera e se ne venisse approvato anche uno solo, il Senato non farebbe poi in tempo di votare di nuovo e il decreto finirebbe in un cestino.

Fonte: Link all’articolo originale

Rispondi