Twitter: cinema e musica

wolverineI Social si evolvono in continuazione e così, come FB ci ha abituato a convivere con cambiamenti anche importanti nel lay out e nelle regole, ora anche Twitter ci sta aprendo nuovi scenari.
A Gennaio nasce Vine, un’applicazione per la creazione di short video da condividere su Twitter, Vine è il social network per micrometraggi di Twitter.
L’applicazione più rivoluzionaria e diffusa sarà Twiser, un nuovo termine coniato dalla crasi di Twitter e teaser (trailer).
Per la prima volta è il regista James Mangold che sceglie Vine per promuovere il suo nuovo film The Wolverine, film con Hugh Jackman incentrato sul supereroe artigliato degli X-Men che uscirà in Italia con il titolo Wolverine- L’immortale. Sei secondi ricchi di sparatorie, romanticismo e samurai che nonostante la brevità svelano molto sulla pellicola, raccontando che è ambientato in Giappone, ricco di azione e leggermente fantascientifico.
Nel suo piccolo è una rivoluzione perché inserisce un nuovo elemento in quel percorso obbligato che tutti i blockbuster hollywoodiani devono seguire prima dell’uscita. Una trafila sempre uguale che prevede un conto alla rovescia sul sito ufficiale, la pubblicazione di un primo spezzone, lo sbarco sull’iTunes Movie Trailer, la piattaforma di Apple dedicata ai film in uscita, e infine la disseminazione in Rete tramite YouTube.
Il Twiser è un messaggio stringato che però porta con sé una nuova politica di marketing che potrebbe cambiare il rapporto tra cinema e pubblico.
Inoltre un Tweaser è molto meno impegnativo per il pubblico. In pochi sono disposti a passare trenta secondi o un minuto a vedere trailer di film che considerano poco interessanti ma i sei secondi del microfilmato si percepiscono a colpo d’occhio, che lo si voglia o meno, magari scorrendo il profilo di un amico.
Un aspetto da non sottovalutare è anche il costo zero. Il microfilmato ha fatto il giro del mondo senza spese per la casa produttrice Twentieth Century Fox, visto che aprire un account su Vine è gratuito e la diffusione è stata lasciata ai follower del regista che l’hanno disseminato nel web senza chiedere alcun compenso.
Ma le novità non finiscono qui: poco tempo fa Twitter ha acquisito anche un’app di musica nota come “We are hunted” che cambierà nome e diventerà TwitterMusic e, a lato pratico, permetterà agli utenti di ascoltare musica, creare le proprie playlist e grazie all’algoritmo user’s follower graph, ottenere suggerimenti mirati secondo l’algoritmo valutando i contatti “musicali” che si seguono su Twitter.
Dopo il cinema e la musica, quale altra forma di intrattenimento cavalcherà twitter in futuro???

Corriere della Sera > tecnologia
Social media marketing /web in Fermento

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...