Nasce Paper, la nuova app di Facebook

Dal 3 febbraio è sul mercato Paper, per ora disponibile solo negli Usa, una piattaforma che permetterà alle persone di creare, cercare e condividere le storie e i contenuti più interessanti presenti su Facebook.
Questa idea nasce sulla falsa riga di applicazioni come Flipboard; il concetto alla base è lo stesso.
L’intento che l’applicazione vuole raggiungere è quello di migliorare l’esperienza delle persone nell’entrare in contatto con le storie che sono davvero importanti per loro: con Paper sarà infatti possibile creare il proprio “magazine” personale, scegliendo tra le fonti che distribuiscono i contenuti di mapaperggior qualità.
L’elemento centrale sono le storie: sarà quindi sempre più importante per le marche produrre contenuti di qualità. Contenuti che le persone abbiano voglia di includere nelle sezioni che Paper permette di creare. Per esempio sarà possibile suddividere il proprio Paper in “Creatività”, “News dal mondo”, “Sport”, etc. in modo da trovare tutto ciò che viene condiviso da chi seguiamo in modo organizzato e semplice.
Attraverso Paper, Facebook vuole spingere due azioni: esplorazione e condivisione. Questo perché il tempo che le persone dedicano ad ogni singolo contenuto è sempre minore, vista l’abbondanza di informazioni a cui siamo sottoposti, e la tipologia di fruizione sempre più “snack”, favorita dalla costante crescita degli utenti che cercano informazioni ed interagiscono quasi unicamente attraverso dispositivi mobile. È fondamentale quindi cercare in tutti i modi di guadagnarsi l’attenzione.papaer 2 Il modo più efficace è quello di fare leva su contenuti con un forte impatto visivo e che siano poi adatti ad essere condivisi, in modo da raggiungere persone realmente interessate a quel determinato contenuto.
Rispetto a tutte le altre piattaforme di questo tipo, come appunto Flipboard, Facebook ha un enorme vantaggio, come racconta Michael Reckhow – product manager di Paper: “We get to start with an app that’s already vibrant with content.”
Ma si sa, Facebook è sempre meno un social network e sempre più un ecosistema: Paper risponde all’esigenza di premiare i contenuti di qualità che brand e utenti sono in grado di produrre per entrare in contatto con un numero di persone sempre crescente, premiando chi è in grado di soddisfare chi fruisce di questi contenuti, e spingendo gli altri attori coinvolti a migliorare la loro offerta.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...