Il nuovo regolamento dei contest su Facebook e il caso italiano

L’ultima modifica alle linee guida delle promozioni su Facebook risale allo scorso 27 agosto. L’effetto della sua entrata in vigore è una maggiore libertà nella gestione dei contest sul social network. La propria timeline a lungo non poteva essere utilizzata come luogo per pubblicizzarlo. L’unica strada era accedere al concorso da una tab della pagina a un’applicazione dedicata. Oggi, invece, è sufficiente un post per gestire il tutto.

Le opportu(4 aprile - contest enter to win fb)nità sono molte e riguardano commenti, like e annuncio del vincitore. L’iscrizione può avvenire chiedendo agli utenti di postare, commentare o attraverso l’invio di un messaggio privato. L’interazione avviene in una duplice direzione: è possibile permettere alle persone di pubblicare qualcosa sulla pagina dell’azienda. Il contest può essere gestito attraverso un’applicazione o tramite un plugin che consenta la partecipazione direttamente sulla pagina web. La valutazione spesso e volentieri tiene conto del metodo tradizionale di Facebook: i “mi piace”. Il pulsante del Like, inoltre, può essere incorporato su un’altra pagina per controllare chi ha vinto. L’annuncio può avvenire sulla fanpage e spesso i partecipanti sono invitati/invogliati a controllare che non ci siano aggiornamenti in tal senso.

Esiste anche l’altra faccia della medaglia, ovvero ciò che non è permesso. Non è contemplato l’obbligo da parte degli utenti di condivisione di foto/post sulla propria timeline o di amico oppure la richiesta di voto/tag.

(4 aprile - facebook like dislike)Le linee guida sopra indicate fanno riferimento a ciò che stabilisce Facebook, realtà internazionale. Nel concreto, ogni azienda deve prestare attenzione alle regole esistenti nel proprio Paese. In Italia, ad esempio, le imprese non hanno la possibilità di beneficiare del regolamento innovativo descritto. Secondo la legge del 2001 che ancora detta le regole sono necessari innumerevoli passaggi, la presenza di un notaio e costi non indifferenti. L’aspetto che si deve sottolineare è che il contest debba avere luogo in toto sul suolo italiano. Di conseguenza i like o i commenti su Facebook non hanno rilevanza, in quanto si riferiscono ad un network che supera i confini nazionali. Bisogna quindi utilizzare, ad esempio, l’applicazione di un’azienda che abbia un server in Italia. Le multe per chi non rispetta le norme sono salatissime. Queste regole sono, tuttavia, molto limitanti e ci si augura che il prima possibile anche il nostro Paese si adegui a una maggior apertura in materia.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...