I vincitori e i vinti della competizione tra applicazioni, dispositivi e attività online in Italia nel 2013

Il 2013 è stato un anno di cambiamenti per quanto riguarda l’utilizzo di dispositivi, attività e applicazioni preferite dagli italiani. I dati raccolti dal Global Web Index relativi a una popolazione compresa tra i 16 e i 64 anni rivelano una crescita dell’importanza del mobile. Quasi la metà degli utenti del nostro Paese naviga sul web tramite smartphone o tablet per una durata media di due ore e tredici minuti giornalieri e ciò ha un impatto non indifferente sui servizi. Infatti, ha una influenza particolare sulla ricerca online di prodotti (55%) e sugli acquisti (44%), mentre le recensioni non raggiungono il 30%.

(27 marzo - applicazioni)L’accesso da smartphone è incrementato del 14% e quello da tablet del 11% rispetto al 2012. Come è facile intuire, l’utilizzo del pc è in calo, anche se per ora la flessione è minima (-2%). Non si registra un impatto straordinario degli eBook, fermi al 5%.
Anche sul versante delle attività svolte online i libri raggiungono solo il 17%, pareggiando con lo sfruttamento di applicazioni Location Based e superando di due punti percentuali la consultazione di dati bancari. Medaglia d’oro per i giochi che vedono un 56% in loro favore, seguiti dai social network che ottengono un 46%. In pratica quasi un italiano su due accede per curiosare su Facebook, Twitter, Instagram e similari.

A questo proposito la creazione di Zuckerberg è ancora la preferita nel nostro Paese (68%), seguita a ruota da YouTube (64%). Un netto stacco vede un Google+ con il 33%, Facebook Messenger (31%) e Twitter (27%). Instagram ottiene solo il 25%, ma in aumento rispetto al 17% dell’anno precedente. Foursquare e Vine, invece, hanno una percentuale ancora irrisoria.

Arrivando alle azioni pratiche, l’86% ha mandato sms e l’81% ha scattato fotografie. Un impulso notevole è dato dalle chat che hanno abbassato i costi per messaggio. Anche la navigazione sul web, i giochi e le mail sono attività predilette e di poco inferiori al 50% si trovano l’installazione di una nuova app e la visione di video.

(27 marzo - dispositivi)

La battaglia tra applicazioni e piattaforme non si conclude con l’arrivo di un nuovo anno e i concorrenti devono stare all’erta : una invenzione rivoluzionaria potrebbe rimescolare le carte in tavola. Esiste, invece, la certezza che il pc dovrà sempre più guardarsi le spalle perché il mobile sta crescendo ogni giorno di più.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...