Facebook è ancora il re dei social, ma è Instagram ad essere cresciuto di più negli ultimi sei mesi

Lo scenario proposto dal report di Global Web Index è interessante per comprendere come si sta evolvendo la situazione dei media. Gli utenti possono usufruire di un numero sempre maggiore di servizi e di dispositivi. Nonostante la varietà di opzioni, Facebook mantiene il primato, contando che l’82% degli utenti tra i 16 e i 64 anni possiede un account. Questo non significa che il social network di Zuckerberg non stia affrontando un periodo complicato, dato che il 6% dei suoi iscritti si è perso per la strada negli ultimi sei mesi. Ormai si parla di fuga da Facebook da parte dei giovanissimi, a causa della registrazione dei genitori o parenti sullo stesso social. In realtà il panorama è più complesso di quanto appare. Facebook-vs-instagram

Facebook non è più solo Facebook, ma interagisce con i servizi utilizzati anche dai più giovani. Un esempio lampante è Instagram, che secondo il Global Web Index è il social cresciuto maggiormente negli scorsi mesi, vantando un 25% in più di utenti attivi. Non solo, Facebook propone anche una piattaforma di messaging, in aumento di popolarità (+9%). Anche le concorrenti, tuttavia, affermano la loro importanza. L’applicazione di messaging di Twitter vede un incremento del 14%, stessa percentuale per quella di Google+, ma tutte guardano solo da lontano SnapChat con il suo 67% di aumento. Inoltre, facendo riferimento al target dei più giovani, la diffusione di SnapChat tocca il 95%. Questo dato è di straordinaria rilevanza per le aziende che possono trarre profitto da un dialogo (pubblicitario) con i più piccoli.

Rispondi