Gli accessi da mobile prendono il sopravvento

Cresce in maniera esponenziale l’accesso da dispositivi mobile da parte degli utenti. Questo è indidice del fatto che il futuro di Internet è sempre di più legato alle infrastrutture che ne permettono l’utilizzo: si richiede infatti uno sforzo sempre più grande nel garantire alle persone una connessione ovunque e in qualsiasi momento. Anche la velocità di connessione richiesta deve essere adeguata. 2014

Detto questo come premessa, non stupisce se il tasso di crescita delle persone che accedono a internet sta rallentando. Un discorso opposto si può farlo se si guardano gli accessi da mobile; in questo caso il traffico è cresciuto dell’81% rispetto a un anno fa e determinante è l’impatto della fruizione dei contenuti video.

è pensiero diffuso che mobile sia sinonimo di smartphone. Anche se non è così, è il 30% dei 5.2 miliardi di dispositivi mobile ad essere – appunto – uno smartphone.

2014_2Per quanto riguarda il mondo giovanile, il tablet e lo smartphone sono sempre meno utilizzati per navigare via browser. I giovani cercano sempre più applicazioni focalizzate su una singola funzione. Questo trend è per una parte influenzato dall’esigenza delle aziende di “conquistare” un’area specifica.

Publisher e social media
Le sorgenti di traffico per i siti d’informazione sono sempre più legate al tipo di pubblico che vive le diverse piattaforme, e al modo in cui lo fanno: se Buzzfeed e Huffington Post sono fortemente legati a Facebook, per il New York Times e BBC è Twitter ad essere determinante. Il 75% dei visitatori di Buzzfeed accede da canali social, e più del 50% lo fa usando un tablet o uno smartphone.

Anche in tema di televisione le abitudini cambiano: sono 5.5 miliardi le persone che fruiscono di contenuti attraverso la TV e sono 5.2 miliardi coloro che usano uno smartphone. Negli Stati Uniti il 66% delle persone che possiede un tablet, lo usa mentre guarda la TV.

Questi sopra elencati sono solo alcuni spunti tratti dalla ricerca Internet Trends Report 2014 da cui si estraggono 4 insegnamenti:

  • I paradigmi della comunicazione tra brand e persone vanno completamente ripensati, seguendo nuove logiche e misurando i risultati con nuovi indicatori
  • Non esiste più un approccio multi-piattaforma o multi-canale: la comunicazione vive dove vivono le persone, e sui dispositivi che usano ogni giorno
  • I dispositivi mobile non sono più una scelta, ma un ponte concreto con il mondo
  • I contenuti visuali hanno un impatto sempre maggiore, su qualsiasi piattaforma

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...