Grande distribuzione poco social, ma molto mobile

La sesta edizione dell’Osservatorio Brands&Social Media ha analizzato venti brand, selezionati tra i principali che operano nel mercato consumer italiano, secondo 60 diversi indicatori per misurare esposizione, coerenza e interazione con il pubblico. Report_free_GDO-01-01

Dallo studio emergono alcune peculiarità della GDO italiana sui social, a cominciare da un numero ridotto di piattaforme – su tutte vince Facebook – e da un utilizzo intensivo del mobile che permette ai marchi di restare sempre connessi con i consumatori.

Le app per smartphone e tablet sono molto diffuse e offrono servizi di geolocalizzazione, informazioni sui punti vendita, cataloghi di prodotto e funzioni di lista della spesa oltre che di consultazione dei dati della propria carta fedeltà.

Il leader sui social si conferma Carrefour con 55,2 punti, seguito da Lidl con 43,1 punti, Coop con 39,7 punti
e Iper, con 32,7 punti. Poi è una ‘coda lunga’ di molti brand che non superano i 30 punti.

La piattaforma dominante – anche per la necessità di raggiungere un target nazionale o per meglio dire più generalista – è Facebook, mentre sia Twitter che YouTube non sembrano luoghi in cui i brand della GDO si sentono a proprio agio e in grado di connettersi con i consumatori.
Fa eccezione Carrefour che guida la classifica grazie a un presidio intensivo di tutte e tre le piattaforme su cui è presente (Facebook, Twitter e YouTube) sfruttando anche eventi, come i Mondiali di Calcio, che possono coinvolgere un pubblico più ampio a cui proporre offerte speciali e contenuti ad hoc.

E l’interazione funziona, visto che i profili della catena di proprietà francese registrano un numero elevato di commenti, condivisioni e like e nessuna piattaforma è utilizzata come pura e semplice vetrina.

La seconda insegna classificata, Lidl, eccelle nel presidio di Facebook con risposte frequenti alle domande degli utenti.

Terzo classificato, e primo degli italiani, Coop dimostra di avere una comunicazione ben strutturata, pubblica post a cadenza quasi quotidiana e interviene spesso nelle conversazioni. I contenuti sono incentrati più sulla tematizzazione della comunicazione che sulla promozione di prodotto: quindi tanti post sulle iniziative ecologiche e sociali e sulle celebrazioni di eventi nazionali.

Coop sta anche utilizzando Twitter in modo corretto, come osservatore e amplificatore dei contenuti proposti dagli utenti. Il marchio italiano eccelle anche su YouTube con contenuti ad hoc come le video pillole e il coinvolgimento degli utenti per la realizzazione della campagna di comunicazione attualmente on air.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...