E-commerce: in Italia spopolano le vendite di beauty&care più di turismo, abbigliamento e hi-tech

L’avreste mai detto che lo shampoo antiforfora batte iPhone 6 e crema antirughe iPhone 5s? Almeno in termini di parole più ricercate in rete negli ultimi mesi.

È questa la fotografia che emerge dall’ultimo osservatorio Alkemy E-Commerce che lavora sui numeri del comparto Bellezza e Cura del Corpo: un mercato che si dimostra come il settore più vivace e in maggiore sviluppo dell’ecommerce italiano soprattutto se comparato con i più “maturi” abbigliamento (22%), turismo (20%) e hi-tech(10%). e-commerce

Sono infatti 3 milioni circa gli italiani (90,7% sono donne) che ogni mese in rete cercano una risposta, una offerta o suggerimenti per il make-up (18%) e la cura dei capelli (41%) ma anche offerte per comprare, a prezzi scontati, profumi (13%), prodotti per la pelle (28%) e prodotti che già conoscono.

Sono 1,2 milioni al mese le ricerche, in Italia, con la parola chiave iPhone; circa mezzo milione al mese quelle relative all’attesissimo iPhone6, altrettante per l’iPhone 5s.

L’incremento delle vendite online del 30% dei prodotti di cosmesi e bellezza si tradurrà in un totale vendite atteso, per fine 2014, di 120 milioni di euro rispetto ai 90 con cui si era chiuso il 2013.

A testimoniare il fenomeno, inoltre, un altro dato: il 10% delle italiane ha infatti comprato almeno una volta in rete shampoo, creme, profumi, mascara o ombretti.

Tutto questo posiziona l’acquisto di prodotti di bellezza e cura del corpo al secondo posto nella classifica delle esperienze di shopping online degli italiani.

Si è visto però che gli acquisti online spopolano per i prodotti che già si conoscono, mentre il negozio fisico, invece, resta la prima scelta quando si tratta di testare nuovi prodotti.

A far superare, in parte, il bisogno di provare il prodotto prima di acquistarlo nel settore Beauty&Care si sta consolidando l’utilizzo di tutorial realizzati coinvolgendo famosi make-up artist oppure blogger attive soprattutto su YouTube che stanno avvicinando le italiane a una fruizione della conoscenza, in questo settore, sempre più virtuale.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...