Google: dove cliccano gli utenti

Qualche tempo fa è stato effettuato un test su un campione di utenti: data una ricerca [hotel roma], è stato chiesto di cliccare come se si fosse fatta veramente quella ricerca (non scientifica).

Il tempo medio impiegato per prendere una decisione è stato di circa 29,6 secondi.

Heatmap Click
L’immagine ci mostra molto chiaramente dove l’utente ha cliccato. L’interesse maggiore è ovviamente nella zona alta della pagina ed in particolar modo si suddivide principalmente tra il primo risultato organico e Google Hotel Finder (il box con la lista degli hotel).
Seguono la mappa e gli annunci sponsorizzati.

Heatmap-click
Mouse Move
In questa immagine notiamo gli spostamenti del mouse. Ogni 200ms la posizione veniva tracciata e salvata.

E’ interessante notare il vuoto fra la mappa e i risultati a sinistra. Questo vuoto può significare che l’utente si è spostato rapidamente verso la mappa o che è arrivato da una posizione inferiore, dove si notano più passaggi del mouse.

Nessuno è interessato alla parte destra della pagina, coperta solo parzialmente da un pezzo di mappa che però viene ignorata (infatti il mouse si ferma a circa metà mappa e clicca solo nella prima metà).

L’interesse cala drasticamente alla fine del primo scroll, segno che l’utente clicca praticamente subito e non scende in fondo alla pagina se non pochissimo.

Mouse-move-heat-map
Suddivisione Click

  • Mappa: 27 di cui 5 nel link
  • Local (risultati che appaiono nei risultati con i marker): 7 di cui 1 nelle recensioni
  • Risultati Organici: 7 nel secondo, 1 nel terzo, 6 in quello dopo i risultati local, 3 in quello successivo, 50 circa nel primo risultato
  • ADV: 23
  • Google Hotel finder:  80 circa
  • Click nulli: 12
  • Click in parti non elencate: 10

purtroppo risulta difficile contare i risultati a causa della loro quantità, non è comunque il numero preciso che ci interessa ma l’andamento generale.

Con un grafico la situazione è più chiara.

chart-1
Se vogliamo possiamo unire Hotel Finder, local, e Maps in un unico grafico ed otteniamo il seguente.

chart-2
Sembra più che chiaro che i risultati locali nel loro complessivo prendono circa il 50% dei click.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...