Anche Proraso si affida allo storytelling per il suo rilancio

L’antico marchio di creme da barba è riuscito a riposizionare con successo il suo brand affidandosi allo storytelling. Nel 2014 sono stati girati cinque documentati in altrettanti famosi barber shop di Europa e Stati Uniti. Le interviste ai barbieri sono visibili sul sito di Proraso e in uno spot emozionale pianificato sulle principali emittenti televisive.

proraso1L’idea della famiglia Martelli è stata proprio quella di svecchiare il nome di Proraso accostandolo all’idea del piacere di farsi la barba. Gesti lenti, meditativi, quasi artistici. Nulla a che vedere con rasoi elettrici e schiume spray. Atmosfere suggestive che donano alla marca un alone cool e retrò. E a comunicare questa nuova immagine sono gli stessi barbieri che si raccontano in alcuni dei negozi più famosi del mondo.

Robert, da Rotterdam, parla dell’orgoglio di essere barbiere in una famiglia in cui da generazioni si tramanda questo mestiere. Chris, di Londra, racconta invece di come ha imparato da autodidatta, spinto dalla passione. Ma sul sito si possono anche ascoltare le storie di Petra, una donna che ha aperto un negozio ad Amsterdam, o Russel, che di negozi ne ha due, uno a Manhattan e uno a Brooklyn.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...