Mobile Payment, Starbucks sfida Apple Pay e Google Wallet

Il 90% dei pagamenti contact-less da mobile effettuati negli Stati Uniti nel 2013 è avvenuto in un negozio Starbucks. Un dato sorprendente se si considera che l’intero settore pesa per 1,3 miliardi di dollari. Per i consumatori della famosa catena di café è ormai diventato prassi avvicinare il loro smartphone alla cassa per pagare in maniera veloce e sicura l’importo della consumazione.

StarbucksLa famosa tessera fedeltà e i dati della carta di credito vengono gestiti dalla app di Starbucks che così non solo facilita gli acquisti, ma dà la possibilità ai consumatori di avere sempre sott’occhio l’ammontare dei punti fedeltà e degli sconti.

Starbucks però ora vuole andare oltre e non esclude di rendere possibili gli acquisti attraverso la sua app anche in altri negozi. In questo modo il gigante del caffé entra in concorrenza diretta con Apple Pay e Google Wallet, i due sistemi di mobile payment spinti dalle due società californiane.

Inoltre Starbucks sta dando la possibilità, in un numero sempre maggiore di store americani, di acquistare il caffè prima di arrivare in negozio. Basta usare l’app per prenotare la consumazione, viene immediatamente comunicato il tempo di attesa e si può entrare nel negozio solo per ritirare la tazza, senza fare la fila.

Rispondi