Il wearable arriva nello spazio, con AstroSamantha

Il campo di applicazione più promettente per le tecnologie indossabili è la medicina. L’Italia ha alcune punte di eccellenza e Samantha Cristoforetti, l’astronauta italiana che si trova in orbita intorno alla Terra, sta dando una mano alla ricerca testando una nuova tipologia di sensori.

spazioDurante il sonno a gravità zero, gli strumenti integrati nella sua maglietta registrano il battito cardiaco, la temperatura, il respiro e altri parametri. Al mattino i dati vengono scaricati sul computer di bordo della navicella e inviati a terra per essere analizzati.

A sviluppare MagIC Space, questo il nome della maglia, sono stati i medici e gli ingegneri della Fondazione Don Gnocchi.

Lo scopo non è solo comprendere come li corpo umano si comporta durante la fase di sonno in assenza di gravità, ma anche sviluppare nuovi sensori e migliorare quelli esistenti per creare dei ‘pigiami intelligenti‘. In Italia infatti una persona su quattro soffre di disturbi del sonno e ricorrere alla telemedicina per monitorarli potrebbe abbattere i costi e migliorare il servizio.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...