Qualche idea sul futuro del mobile payment

VeroPay AppÈ giovane ma si farà. I pagamenti effettuati direttamente con il proprio smartphone sono un mercato ancora ristretto. Ma hanno tutte le qualità per emergere. Secondo eMarketer, il volume delle operazioni passerà, da qui al 2018, dai 1,35 ai 4,34 miliardi di dollari. E solo per quel che riguarda il Regno Unito. Se guardiamo allora oltre la Manica, ci sono alcuni elementi che ci raccontano di questa crescita.

Innanzitutto c’è l’età di chi usa il proprio smartphone per pagare. Si tratta soprattutto di under 35, con una fetta crescente di ragazzi tra i 16 e i 24 anni. Si tratta di un pubblico giovane, destinato a crescere ed acquisire sempre maggiore dimestichezza con una tecnologia relativamente nuova.

L’altro fattore incoraggiante arriva da una ricerca di Paym, fornitore britannico di servizi di pagamento mobile. Nella maggior parte dei casi, lo smartphone è stato usato per transazioni di entità piuttosto ridotta. Il che rivela una potenzialità ancora da scoprire. Ma pronta ad esplodere: i pagamenti sono spesso usati per “saldare” i conti di pranzi (nel 30% dei casi), cinema, benzina. Tutte attività quotidiane, che di certo apparterranno alla nostra vita anche nei prossimi anni. Con una differenza: meno portafogli aperti e più mobile payment attivati.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...