Una vita programmatic? Ecco come sarebbe

programmativIl programmatic è un campo di applicazione sterminato. Riguarda non solo l’advertising, ma  potenzialmente ogni dispositivo capace di produrre dati, in ogni momento della nostra vita. Una mole di informazioni da salvaguardare, certo. Ma anche da utilizzare per facilitare le nostre giornate e, in ambito commerciale, per distruggere gli schemi classici: non esisteranno più consumatori target ma solo individui.

Ma come sarebbe la nostra vita se dispositivi wearable, mobile e IoT registrassero tutte le nostre attività (sonno compreso)? Come sarebbe una vita “programmatic”? GroupM ha provato a immaginarlo.

TUTTO UN ALTRO RISVEGLIO – Dati nella notte. Una mascherina, attraverso il movimenti degli occhi, traccia il sonno REM. Mentre il nostro morbido cuscino misura la temperatura durante la notte. Un band per le pulsazioni e un cerotto per il livello di proteine, ferro, vitamina C. Tutti dati inviati al nostro smartphone, che organizzerà la giornata in base alla quantità e alla qualità del riposo. Agenda fitta? Allora sarà necessaria una colazione energetica. Forse sarebbe anche meglio rivedere l’agenda in modo da collocare gli appuntamenti negli orari più produttivi.

UN SALTO AL SUPERMERCATO – Lista della spesa addio. I nostri smart-glass, dialogando con i nostri elettrodomestici IoT, ci dicono già cosa manca e cosa occorre. Anche in base ai parametri fisici rilevati dalla nostra camicia o dal nostro patch programmatic. Bassi livelli di vitamina C? Forse è il caso di comprare qualche arancia in più.

RELAX – Mentre vi godete il meritato riposo serale, tutto ciò che vi circonda immagazzina ed elabora dati. Lampade smart adattano l’illuminazione per creare l’atmosfera più confortevole. Una camera riconosce il viso di chi è nella stanza, mentre la Smart Tv raccomanda i programmi in base ai gusti di ciascuno. Ora è tutto pronto: sedetevi sul divano. Il sofà, in base alle vostre posizioni preferite e al vostro peso, si adatta per fornire il giusto livello di morbidezza. Non esagerate, però: il band vi ricorderà che stare troppo tempo davanti alla tv non conviene e che sarebbe il caso di fare più attività fisica.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...