Spotify, l’advertising si adatta alla tua musica

spotifySpot a tempo di musica. Spotify, il servizio in streaming che tanto piace ai brand, permetterà alle aziende di modulare la pubblicità in base all’umore dei brani.

Sarà così possibile intercettare il mood degli ascoltatori. E non solo. Gli spot saranno declinati anche in base al luogo e alle modalità di fruizione, seguendo già la segmentazione musicale che Spotify adopera con le sue playlist. Un nuovo target “umorale” che si unisce a quelli basati su età, provenienza geografica, genere e lingua.

È solo l’ultima modalità sperimentata da Spotify per ampliare la propria offerta commerciale. Nel 2014 ha già lanciato i video sponsorizzati. Senza contare le prime incursioni di Spotify in Tv, con una campagna abbinata a X-Factor UK e supportata dall’attività social.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...