Scegliere una web agency, questione di ‘esperienza’

computerNon è sempre facile scegliere una agenzia web a cui affidarsi. Che sia per la realizzazione di un sito internet o per la creazione di una app, per chi non è dell’ambiente lo scivolone è dietro l’angolo. Negli anni passati, all’albore dell’era digitale, gli incantatori del web erano all’ordine del giorno. Oggi le cose sono cambiate, ma bisogna comunque stare attenti.

Una delle prime cose da valutare è l’esperienza dei professionisti che lavorano per l’agenzia web. Inutile dire che una persona che ha lavorato per vent’anni nel web design, nell’analisi Seo o nell’online reputation è in grado di gestire qualunque tipo di richiesta. Ma attenzione, ormai tutte le agenzie scrivono nei loro profili “ventennale esperienza come web agency a Milano (o Roma)”, anche se poi sono nate da sei mesi.

Ecco allora cinque consigli per smascherare gli impostori.

Primo, chiedete alla Rete. Ognuno di noi lascia delle tracce digitali, a maggior ragione se si tratta di aziende. Cercate il nome dell’agenzia su Google e leggete i commenti dei clienti. Sono (quasi) sempre una buona bussola.

Secondo, soppesate il passato. Molte web agency hanno una storia ventennale solo perché sono nate come uffici stampa o centri media e si sono poi riciclate nel fare altro. In questo caso, ovviamente, dire di avere un’esperienza ventennale se poi si ha lavorato sul web solo negli ultimi 5 anni è una millanteria. Anche in questo caso cercare in Rete aiuta, così come leggere con attenzione la storia sul sito dell’azienda.

Terzo, scovate chi si è riciclato. Spesso le aziende, per sfuggire alla propria cattiva reputazione, cambiano nome e si ripropongono al mercato sotto nuove vesti. Anche in questo caso il modo migliore per conoscere con chi si ha a che fare è chiedere in giro, cercare online o fare una visura camerale.

Quarto, c’è esperienza ed esperienza. Se un fornitore ha fatto per dieci anni il grafico non è detto che sia un esperto di Cms. E un data analyst probabilmente non capisce nulla di responsive design. È meglio allora cercare il fornitore che è più ferrato sul campo che ci interessa.

Quinto, il lavoro di gruppo. Avete selezionato l’agenzia e avete fatto il primo colloquio. È essenziale valutare l’esperienza di chi avete davanti. Sono professionisti con anni di esperienza o giovani inesperti? Sono un gruppo coeso o lavorano ognuno per conto proprio? Non è sempre facile fare una valutazione, ma è necessaria soprattutto perché progetti digitali, come la realizzazione di un sito internet, prevedono un mix di competenze che vanno dal responsive design, al Seo, passando per l’ottimizzazione sui motori di ricerca e finendo con il buzz marketing.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...