Storytelling, i Big Data sostituiranno l’uomo? No, però…

8707527714_9fa090677f_zLa domanda è: può un algoritmo fondato sui Big Data creare una narrazione capace di sostituire quella umana? Possono raccontare storie meglio di un giornalista o uno scrittore? L’idea di costruire contenuti a partire da algoritmi sempre più complessi non è nuova. Alcuni programmi, come Slamtracker, usato da IBM durante l’ultima edizione del torneo di Wimbledon, ha generato in automatico statistiche dettagliatissime, accompagnata dal sentiment con il quale il match veniva seguito online. Non solo: Slamtracker raccontava il match via Twitter. Ma fornire informazioni equivale a raccontare? L’uomo è ancora fondamentale perché non si limita a impacchettare alcuni elementi: prima di raccontarla, cerca e trova una storia. La compone e ne decide il tono e il taglio.

I Big Data dedicati alla produzione di contenuti, però, non sono una bufala. Al momento la loro capacità si ferma a rendere narrative delle statistiche date. Ma forse l’uso dei Big Data non è neppure quello di sostituire l’uomo. La vera sfida (possibile) è un’altra: un algoritmo dedicato al linguaggio potrebbe produrre in tempi ridotti diverse versioni di un testo, declinate a seconda dell’obiettivo da centrare. Dando al lettore solo le informazioni che cerca. Perché la debolezza della “macchina” è anche la sua forza: l’assenza di background.

Tornando alla domanda del nostro titolo. Potranno i Big Data sostituire la narrazione umana? No. Ma avranno la capacità di fornire informazioni. Due aspetti che non sono in antitesi. Bando al luddismo narrativo: i Big Data possono aiutare lo storytelling.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...