Marketing, il segreto è centrare il (micro)momento giusto

6369791755_ee9596218c_zSapere, andare, fare, comprare. In una esperienza d’acquisto sempre più immersiva grazie al mobile, nella quale le informazioni sono reperibili sempre e ovunque, è fondamentale stare accanto agli utenti. Per dare loro una risposta immediata a quello che stanno chiedendo.

Secondo Google, ogni marketer “dovrebbe sapere” che il consumer journey si costruisce in quattro micro-momenti: voglio sapere (I want know moment), voglio andare (I want to go moment), voglio fare (I want to do moment) e voglio comprare (I want to buy moment). Come sempre, Google parte dai dai.

Sapere – Il 65% dei consumatori ricerca più informazioni in rete rispetto a un paio d’anni fa. E il 66% degli utenti verifica i propri acquisti via smartphone dopo averne sentito parlare durante una pubblicità.

Andare – Le ricerche online servono anche a capire cosa ci circonda. Anche grazie al mobile, sono raddoppiate in pochi anni le ricerche “near me” (vicino a me). E l’82% degli utenti cerca informazioni su internet anche per business locali (dal ristorante al negozietto all’angolo)

Fare – Il 91% degli utenti consulta lo smartphone mentre sta svolgendo un compito. Per cercare ispirazione o capire come fare. Google riceve oltre 100 milioni di ricerche l’ora che includono le parole “how to” (cioè “come”).

Comprare – Lo smartphone non è solo uno strumento utile ricevere consigli prima di decidere ma anche mentre acquista. L’82% degli utenti consulta il proprio dispositivo mentre è in un negozio. E aumentano a doppia cifra i tassi di conversione. Ossia: sempre più spesso la consultazione si trasforma in un acquisto.

Dalla capacità di intercettare uno di questi (o tutti questi) momenti passa il successo di un’azienda. Ecco perché Google si sbilancia, dando 5 consigli:

  • Fai una mappa dei momenti (scegli quali vuoi conquistare)
  • Comprendi i bisogni dei consumatori in ogni momento (chiediti: cosa rende l’obiettivo più semplice e veloce da raggiungere?)
  • Usa l’ambiente intorno a te (il consumatore non è isolato. Utilizza ciò che lo circonda)
  • Impara dai consumatori (Sono loro l’unico obiettivo, punto di partenza e di arrivo della tua strategia)
  • Misura ogni momento (per migliorare, cambiare, incrementare la tua strategia)

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...