App per la mobilità, con iOS 9 Apple cerca di scalzare Google

apple-google-mapsApple ce la sta mettendo tutta per raggiungere e superare Google, il suo concorrente diretto nel settore della mobilità cittadina e delle mappe. Da mercoledì pomeriggio è possibile aggiornare il sistema operativo con iOS 9 che, tra le molteplici novità, ha anche un corposo pacchetto di modifiche per Apple Maps, l’applicazione per la mobilità nativa su iPad e iPhone.

La strategia della società guidata da Tim Cook per quanto riguarda la mobilità è ben strutturata e riguarda acquisizioni e innovazione. Nel 2013 il gigante Usa ha comprato due società, la HopStop e Locationary, per più di un miliardo di dollari. Ora arriva la notizia che HopStop, una app che fornisce indicazioni di percorsi geolocalizzati in città, verrà chiusa. Ad ottobre di quest’anno infatti smetterà di essere operativa. Il motivo? Apple sta puntando tutto sulla propria app e non vuole avere concorrenza.

Poco prima di acquistare le due società il ceo della Apple, Tim Cook, si scusò pubblicamente per la bassa accuratezza della sua app per la mobilità, all’epoca molto indietro rispetto a Google Maps. Con iOS 9 sembra che qualcosa sia cambiato: le mappe sono più precise, ci sono gli orari del trasporto pubblico metropolitano e vengono riportati gli ingressi e le uscite della metro. Inoltre è in grado di proporre l’itinerario all’utente (con un insieme di spostamenti in treno, metropolitana, autobus e a piedi) e informazioni su locali e servizi nelle vicinanze.

All’inizio di quest’anno la Apple ha comprato la Coherent Navigation, una società che si occupa di geolocalizzazione e ha rinnovato la licenza con la danese TomTom. Da giugno inoltre per le strade di Usa ed Europa (compresa l’Italia) sfrecciano le AppleCar con le quali la società vuole fotografare e mappare tutte le cittadine.

Apple può contare su un vantaggio competitivo non indifferente. Tutti i dispositivi con la Mela morsicata in commercio hanno di default la sua app per la mobilità. Questo significa che un utente non può eliminarla, ma se non si accontenta del servizio offerto da Cupertino può scaricare quella di Google. Per molti significa spazio in meno sullo smartphone e due app simili: il gioco non vale la candela.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...