Seo, non solo keyword: content is king

C’era un tempo in cui il Seo era cisto come sinonimo di keyword e il content dato per spacciato. Mai interpretazione fu più sbagliata: oggi sempre il Seo è sempre più importante, ma per funzinare ha bisogno di contenuti.

content-is-king

L’ascesa di contenuti non segna il declino del Seo. Tutt’altro: il ricorso al search engine optimization è ormai imprescindibile (lo dicono 9 esperti su 10). Anche perché i risultati arrivano: il 73% delle aziende riconosce un effetto significativo del Seo sul Roi. In altre parole: i ritorni economici del Seo sulle casse giustificano l’investimento iniziale.

Ma quali sono le soluzioni più utili? E quali le più complicate da mettere in pratica? La risposta è in un’indagine di Ascend2.

Secondo il report “content is king” perché ha superato le keywords nelle preferenze degli esperti Seo. Sono (di gran lunga) indicati come l’elemento con l’impatto maggiore.
Le keyword restano però centrali (al secondo posto). In altri termini: le parole sono importanti, ma moltiplicano la loro efficacia solo in presenza di contenuti efficaci. Un discorso simile va fatto per il terzo fattore Seo: un aggiornamento costante del sito web. La relazione tra contenuti, keyword e aggiornamento è (ancora) troppo spesso sottovalutata. E molti “addetti ai lavori” continuano a porre enfasi sulle parole chiave dimenticando il resto.

Perché? La risposta è in un altro dato. Le keyword (a patto che siano gestite con competenza) sono molto utili e in più sono indicate dagli esperti Seo come la tattica “più semplice” tra le opzioni possibili. La produzione di contenuti ha un impatto superiore ma è anche (dopo la creazione di una strategia di link building come si deve) lo strumento più difficile da utilizzare.

Per massimizzare gli effetti del Seo, quindi, occorre una strategia organica che usi tutte le armi a disposizione. Il risultato finale sarà assai più significativo della sola somma degli addendi. Content, keyword, aggiornamenti continui, link building, integrazione con i social, blogging, mobile search optimization e ristrutturazione del sito. Basta un semplice elenco per capire la ricchezza degli elementi in gioco. E, di conseguenza, la necessità di evitare il fai da te.

Seo, la classifica delle tattiche più efficaci…
1– Creazione di contenuti rilevanti
2– Keyword/phrase research
3– Aggiornamenti frequenti del sito
4– Link building
5– Integrazione con i social media
6– Attività frequente di blogging
7– Mobile search optimization
8– Ristrutturazione Url

…e quella delle più difficili da realizzare
1– Link building
2– Creazione di contenuti rilevanti
3– Aggiornamenti frequenti del sito
4– Attività frequente di blogging
5– Mobile search optimization
6– ntegrazione con i social media
7– Ristrutturazione Url
8– Keyword/phrase research

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...