Anno nuovo, nuovo blog. Appunti per il 2017

Nel mese di dicembre abbiamo guardato al 2017 attraverso la lente di Seo, social media, intelligenza artificiale e realtà virtuale. L’ultimo post dell’anno è dedicato invece al prodotto che state leggendo: il blog. Con qualche spunto offerto da uno dei siti più autorevoli in tema di tecnologia e innovazione: The Next Web.

blog

Comunica con i tuoi lettori – Ovvio, no? Mica tanto. Un blog non è un contenitore chiuso. Che sia informale o istituzionale, d’opinione o d’informazione, ha sempre lo stesso obiettivo: comunicare. Per farlo, allora, non basta fare un buon prodotto, curare design e user experience: non si può prescindere dal legame con i social media. Questo non significa essere presenti per forza su tutte le piattaforme. Ma vuol dire saperle scegliere in base al proprio pubblico: renderà la relazione con i lettori più forte.

Nessun compromesso sulla qualità – Interessante, utile, comprensibile. Un blog deve essere questo. Senza confondere però la semplicità con la sciatteria. Se producete bulloni, avrete cura di farlo nel modo migliore possibile, guardando alla clientela, ai costi di produzione, ai concorrenti. Il blog è un prodotto dell’azienda. E, come tutti gli altri prodotti, deve essere di qualità.

Tieniti aggiornato – Il mondo del blogging e (più in generale) quello del content è in continua evoluzione. Mai distrarsi. Avere un traguardo in mente ma saper cambiare percorso è una qualità necessaria. Aggiornarsi è fondamentale per i contenuti trattati, per lo stile e le tendenze grafiche (senza seguire le mode). Ma vale anche per i flussi che portano traffico al blog. Occhi puntati, quindi, sull’algoritmo di Google. I suoi cambiamenti possono decretare la vita e la morte di un editore (sì, chiunque pubblichi contenuti è un editore, aziende comprese).

Mobile e Seo – Vedi alla voce “tieniti aggiornato”. Negli ultimi mesi, Google ha introdotto diverse novità con le quali si devono confrontare tutti i contenuti online (blog compresi). La rapidità di caricamento e la visualizzazione ottimizzata per mobile è una caratteristica importante per avere un posizionamento efficace. Niente trucchetti Seo e niente copia-incolla: gli ultimi aggiornamenti di Penguin vogliono privilegiare qualità e originalità. E attenzione a una tendenza esplosa nel 2016: la voice search (cioè le ricerche fatte a voce) rappresentano già un quinto delle query via mobile. E con la diffusione di assistenti vocali sempre più sofisticati, continueranno a crescere.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...