La pubblicità arriva su Periscope: è davvero un’opportunità?

Da oggi gli inserzionisti hanno un nuovo spazio: i video su Periscope potranno essere preceduti da pre-roll. Una novità che vale sia per i filmati in diretta (anima e cifra di Periscope) sia per quelli archiviati. Lo ha annunciato Twitter.

periscope

Era solo questione di tempo. Twitter ha per le mani da due anni questa piattaforma. Fondata nel 2015, non ha trovato una facile collocazione. Ha sbaragliato il principale concorrente (chi si ricorda di Meerkat?) grazie all’integrazione con Twitter. Ma è stata spiazzata dalla rapidità con cui sono cresciuti i Live di Facebook e Snapchat. Fino a oggi, Periscope non ha avuto un modello di monetizzazione definito. Stona(va) il fatto che una risorsa simile fosse economicamente bloccata nonostante la controllante (Twitter) abbia bisogno vitale di sostenere il fatturato. Tanto più che i video si confermano, giorno dopo giorno, calamite per gli inserzionisti. Ecco perché era una questione di tempo.

Pubblicità su Periscope: come funziona

Ma come funziona? Ci saranno formati differenti. I più lunghi potranno essere saltati dopo qualche secondo. I video su Periscope seguiranno le stesse regole di Amplify, il programma sfruttato dalla piattaforma e dagli editori sui pre-roll dei video pubblicati su Twitter. Il sistema non prevede un contatto diretto tra inserzionista e utente. Quest’ultimo seleziona soltanto le categorie dei video più adatte al proprio business. Sarà poi la piattaforma ad abbinare i singoli formati con il singolo messaggio pubblicitario. Il 70% degli introiti in advertising va a chi ha pubblicato il video su Periscope. Il resto a Twitter. Funzionerà?

Cosa cambia per il marketing

Di sicuro è un nuovo spazio per inserzionisti ed editori. Lo sarà anche per Twitter. In entrambi i casi, però, l’impatto (a oggi) sarebbe marginale. Amplify è stato lanciato nel 2015 per concorrere con Facebook e YouTube. A giudicare dai bilanci, i risultati non sono eccezionali. O comunque non sono sufficienti a rinverdire il conto economico del sito di microblogging. Periscope fornisce un flusso di video live enorme. E questa, visto il successo di formati analoghi su altri social network, è una buona notizia. Ma gli utenti attivi ogni giorno sono circa 2 milioni. Ancora troppo pochi.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...