Ecco perché dovresti aprire un blog aziendale

Il blog aziendale porta traffico, credibilità, aiuta le imprese a esprimersi in modo più familiare. E non può essere sostituito con una pagina Facebook. Ecco alcune ragioni per cui vale la pena aprire un blog aziendale.

blog.jpg

Traffico e indicizzazione – Verba volant, scripta manent. Anche nei risultati. Il blog aziendale non è solo uno strumento di comunicazione da esibire ma una leva per ottenere riscontri concreti. L’interazione tra il blog e il sito corporate valorizza entrambi. Sia in termini di traffico sia (soprattutto) di indicizzazione. Il blog fornisce link in ingresso e sostiene l’associazione delle keyword care al marchio con l’azienda.

Autorevolezza – Mostrare un’altra parte di sé può solo essere un vantaggio. L’azienda ha l’opportunità di parlare di ciò che reputa importante. E, in un mondo dove chiunque può essere editore, non serve reclamare spazio: basta crearselo. Il blog aziendale è il modo più semplice per farlo. Anche in questo caso, marchio e blog stringono un rapporto di reciproco sostegno che potrebbe far crescere l’autorevolezza di entrambi. A volte, a scrivere possono essere gli stessi collaboratori o dirigenti. Con due possibile effetti: far crescere la loro autorevolezza (soprattutto sui social network) ed espandere la potenziale platea anche ai loro contatti.

Audience di qualità – La crescita del traffico non è solo quantitativa ma anche qualitativa. Un blog aziendale è, di norma, focalizzato su un singolo settore. Chi ci arriva non lo fa (quasi mai) per caso. Non parliamo poi se il lettore apre un post e lo legge fino in fondo. Chi legge il blog, quindi, è tendenzialmente interessato agli argomenti trattati. E, di conseguenza, all’attività svolta dall’azienda.

Interazione con i social media – Qualcuno sottovaluta il blog perché pensa di poterlo sostituire con una pagina Facebook. L’esistenza di uno non esclude l’altra. Perché i social network possono essere un propulsore del blog e i contenuti animano le pagine. Dialogare con i potenziali clienti è fondamentale. Ma cosa si condivide se non si ha niente da dire? Un’azienda è cioè che produce ma anche cioè che racconta.

Cambiare tono – Le presentazioni ufficiali e il sito corporate sono l’abito da sera di un’azienda. Ma è importante farsi conoscere anche in jeans e maglietta. Il blog aiuta l’azienda ad esprimersi con toni più leggeri (ma non meno professionali), rompendo alcune barriere. Che, a volte, partono proprio dal linguaggio.

Comunicazione interna – Il blog fa squadra. Non serve solo a comunicare con l’esterno ma anche a stimolare la coesione interna. Il blog esige professionalità specifiche, ma ogni collaboratore può partecipare con idee, proposte e contenuti scritti in prima persona.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...