Social network, 5 trend che segneranno il 2018

Il 2017 è quasi finito. E visto che ci piace guardare avanti, ai bilanci preferiamo le ipotesi sul futuro. Quali sono i trend che si distingueranno nel 2018 sui social network? Proviamo a individuarne cinque.

social_network

Bot!

È forse il trend più facile da prevedere. Se avessimo un centesimo da scommettere, lo punteremmo sui software conversazionali. Secondo Gartner, nel 2018 il 30% delle aziende ne avrà uno. A supporto di questa tecnologia ci sono diversi elementi. Creano un’interazione personalizzata, sempre più sofisticata. Permettono di gestire un pubblico in espansione. Lo fanno 24 ore su 24. In poche parole: alle imprese conviene svilupparli, non per vezzo ma per una questione di ritorni economici. E, dall’altra parte, è una tecnologia di facile comprensione e adozione da parte degli utenti.

Contenuti evanescenti

Snapchat è in crisi, ma i contenuti che ha inventato (le clip “a scomparsa”) sono in piena salute. Le Storie sono approdate su Facebook e hanno sfondato su Instagram. I post effimeri hanno tassi di engagement e conversione elevati. La paura di perdersi qualcosa (la cosiddetta “Fomo”, “Fear Of Missing Out”) spinge gli utenti (soprattutto giovanissimi) a guardare le clip. La novità del 2018 potrebbe arrivare da alcuni aggiornamenti tecnici: Instagram ha appena varato (per ora su perimetro ristretto) un archivio dove conservare le Storie per un periodo più lungo.

Diretta, diretta, diretta

Dire video è troppo facile. Nel 2017 il 69% del traffico in rete è stato costituito da video. Una quota che si alzerà nel corso del 2018, anche grazie ai primi test di reti 5G. All’interno di questo enorme contenitore che chiamiamo video, si impongono le dirette. Dei singoli utenti, dei marchi ma anche di eventi: Facebook e Twitter si stanno proponendo come piattaforme destinate a concorrete (più di quanto non lo facciano già) con la televisione.

Dalla tattica alla strategia

I primi anni social sono stati un periodo di vacche grasse: Facebook (su tutti) ha rappresentato benzina per i siti di aziende ed editori. Poi, però, l’algoritmo di Facebook è cambiato e la portata organica (cioè, in poche parole, le persone raggiunte senza pagare) è precipitata. Chi ha vissuto “alla giornata” si è reso conto di dipendere dalla volubilità di un algoritmo. Come se ne esce? Non si può più essere social un tanto al chilo: serve strategia e professionalità, per trovare cosa dire, sapere quando farlo e a chi rivolgersi. Per gestire gli algoritmi e non farsene travolgere.

Realtà aumentata

La realtà aumentata sta entrando, piano piano, nella nostra vita quotidiana. I grandi social e i grandi sistemi operativi si sono dotati di propri “kit” per la realtà virtuale e aumentata, in modo da liberare la fantasia degli sviluppatori. Le immagini pubblicate sui social non sono più foto e video nudi. Sono grafiche articolate, fatte di maschere e filtri. Con il progresso tecnologico e la crescente familiarità, è una tendenza che può solo crescere.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...