Project Manager. Se la filosofia entra in un progetto

Figura trasversale, ma spesso fraintesa, il Project Manager è sempre più ricercato e apprezzato dalle aziende. Anche in una digital agency come Engitel, per la sua capacità di gestire le attività come progetti e secondo obiettivi.
Facciamo chiarezza sul ruolo e sulle funzioni di questa professione a partire dalle basi.

Project Management

Cos’è il Project Management?

Project Management significa anzitutto gestire le attività in termini di progetto. Quindi non una somma di consegne da rispettare, né la sola ottimizzazione dei tempi e dei costi, ma il raggiungimento di uno o più obiettivi in linea con i bisogni del cliente e le risorse a disposizione.

Il Project Management è un metodo di lavoro che, non a caso, trova le sue basi anche al Discorso sul metodo di Cartesio.
Tra gli esempi più noti, la Work Breakdown Structure (WBS): se il filosofo invita a “dividere ognuna delle difficoltà sotto esame nel maggior numero di parti possibile, e per quanto fosse necessario per un’adeguata soluzione”, così la WBS è la scomposizione di un progetto in parti più piccole, più semplici dell’originale, secondo una struttura ad albero.

Chi è il Project Manager?

È il responsabile di un progetto in tutte le sue fasi: dal momento iniziale della valutazione a quello finale del controllo, passando per la pianificazione e la realizzazione.
Il suo lavoro non è quindi limitato alla supervisione tecnica, ma richiede anche competenze organizzative, gestionali e di comunicazione, fondamentali per guidare il gruppo di lavoro e relazionarsi con il cliente.

Quali sono i compiti principali del Project Manager?

  1. Definire gli obiettivi di un progetto e i mezzi per raggiungerli, considerando i possibili rischi e imprevisti.
  2. Elaborare il piano del progetto in base al budget, ai tempi e alle risorse necessarie.
  3. Formare un gruppo di lavora affiatato, dove le competenze e le capacità di ogni componente siano valorizzate, in sintonia con quelle degli altri.
  4. Gestire e monitorare le varie fasi del progetto, con aggiornamenti regolari a tutte le persone coinvolte.
  5. In caso di imprevisti o difficoltà, rivedere il progetto per raggiungere gli obiettivi stabiliti in origine.

Rispondi