UX in pillole pt 2: la grafica del menù

Nello scorso articolo abbiamo elencato quali sono gli standard di UX per l’impostazione dell’header di un sito. Proseguiamo quindi parlando di come si dovrebbe disporre e organizzare graficamente un menù di navigazione.

MENÙ

Come già ricordato, le voci dovrebbero essere tutte esplose, senza ricorrere quindi all’utilizzo, anche da desktop, della famosa icona a forma di “hamburger” (destinata al solo mobile).

Meglio, poi, prediligere l’ampiezza alla profondità, inserendo più voci di primo livello e spingendosi al massimo fino a due livelli di profondità.

Il vari contenuti vanno poi organizzati e raggruppati in macrocategorie, avendo la cura di disporre le voci con un ordine logico ben preciso. Questo significa che voci simili devono essere limitrofe fra loro o appartenenti alla stessa sezione (ad esempio news ed eventi).

Graficamente è sempre importante inserire un segno che mostri all’utente in che pagina si trova in quel momento. Questa funzione può essere demandata a una linea o a un quadrato, purché siano di colore contrastante rispetto a tutto il resto del menù.

Per quanto riguarda poi il menù di secondo livello, è preferibile averlo riportato all’interno delle varie pagine che compongono la sezione anche in spalla destra, oltreché nella tendina a comparsa presente nell’header.

L’ultima osservazione riguarda breadcrumb, che dovrebbe essere sempre presente sulla sinistra e svilupparsi su una sola riga.

Rispondi