UX in pillole pt 3: il body della pagina

Negli articoli precedenti abbiamo analizzato come dovrebbero essere pensati l’header di un sito e lo sviluppo del menù di navigazione. Oggi ci soffermiamo sul contenuto vero e proprio delle pagine (specialmente quelle interne).

BODY DELLA PAGINA

All’interno della pagina vera e propria le informazioni principali dovrebbero essere date all’inizio, senza demandare all’utente il compito di scrollare la pagina con il mouse. L’utente deve quindi entrare e trovare subito l’argomento della pagina. A questo proposito è utile utilizzare la tecnica di webwriting della Inverted pyramid illustrata in questo articolo.

Le grandezze dei font dovrebbero poi essere impostate in rem e non in pixel, in modo tale da mantenere le proporzioni in responsive su qualunque dispositivo.

L’interlinea del testo dovrebbe essere del 150% in più rispetto al corpo del carattere iniziale, considerando che viene calcolata da metà della linea superiore e metà della linea inferiore e non dalla fine della riga superiore all’inizio di quella inferiore (come spesso si tende a pensare).

Infine lo stile sottolineato va riservato esclusivamente ai link, e il colore dovrebbe cambiare dopo il click dell’utente, rimanendo così visibile al colpo d’occhio come un link già attivato.

Rispondi