UX in pillole pt 4: elementi in pagina

Negli articoli precedenti abbiamo visto quali sono le convenzioni di UX per creare un sito web. Nello specifico abbiamo suddiviso le informazioni in quattro parti: header, sviluppo del menù, body della pagina e infine gli elementi contenuti nel body.

ELEMENTI IN PAGINA

Form e ricerca: innanzitutto le etichette andrebbero posizionate fuori dal relativo campo. È bene poi organizzare i dati da raccogliere suddividendoli per aree logiche (personali, residenza, fatturazione, richiesta) in un’unica schermata, verticalmente e con tutti i campi incolonnati e ben allineati fra di loro. La compilazione su più schermate può essere adottata solo se le informazioni richieste sono molto numerose, dando la possibilità all’utente di tornare indietro senza perdere i dati inseriti. Le caselle di testo devono quindi essere ampie. I messaggi di errore dovrebbero poi comparire limitrofi al campo di riferimento. Per fare ciò bisogna lasciare lo spazio (anche a lato) fra un campo e l’altro; spazio che può essere utilizzato anche per brevi istruzioni di compilazione. Bisogna poi specificare la distinzione fra campi obbligatori e facoltativi, rispettando gli standard del web (contrassegnando con * oppure la dicitura “campo obbligatorio” i campi obbligatori).

Bottoni: dovrebbero risaltare rispetto al contenuto, essere pensati in 3D e avere l’ombra sotto sia da attivi sia da non attivi. Il colore usato per indicare attivo e non attivo dovrebbe poi essere antitetico. Il bottone deve inoltre essere posizionato vicino al contenuto a cui si riferisce. La possibilità di essere cliccato va di pari passo con la sua grandezza e con la vicinanza al contenuto (il mouse non deve scrollare). Grandezza significa infatti facilità di click.

Tabs: la tab selezionata dovrebbe apparire in primo piano ed essere contraddistinta da un colore diverso rispetto alle altre chiuse dietro. Il colore deve poi essere presente anche come sfondo della tab aperta e non solo nella relativa pecettina.

Rispondi