2020: l’anno della svolta per l’intelligenza artificiale

Nel corso di questo 2020, l’intelligenza artificiale ci accompagnerà sempre più sia nella vita quotidiana sia sul lavoro.

Questa tecnologia sembra infatti essere sempre più necessaria e sempre più richiesta da tutti. Si stima infatti che entro i prossimi due anni la quasi totalità delle aziende (si parla dell’80-90%) adotteranno soluzioni di IA per lo sviluppo delle proprie filiere produttive.

Finora, infatti, l’applicazione dell’intelligenza artificiale nel mondo del lavoro, per quanto sia stata costante, si è rivelata molto lenta. Principalmente per fattori riconducibili alla nostra cultura: un recente studio di IBM ha infatti mostrato come per il 37% delle aziende l’ostacolo principale all’adozione di soluzioni IA sia stato finora la mancanza di competenze specifiche sull’argomento.

Secondo PwC, l’intelligenza artificiale potrebbe però offrire un contributo di circa 15.700 miliardi di dollari al PIL mondiale entro i prossimi dieci anni. Le aziende lo hanno capito, e stanno iniziando a investire sempre di più in questa tecnologia. Le implementazioni di soluzioni IA non saranno però solo rivolte alla filiera produttiva, come accaduto fino ad oggi, ma saranno destinate anche a tutte quelle attività di ricerca e addestramento del personale, nonché all’ampliamento della forza lavoro.

Rispondi